lunedì 30 novembre 2009

La malattia.

La differenza tra oggi e due mesi fà è che due mesi fà sprofondavo in compagnia.
Oggi nel baratro ci sono solo io.
E anche se la caduta è stata rallentata, non ho ancora smesso di precipitare.
In questo buco di culo di baratro, ci sono pochissimi appigli.

2 commenti:

ghirigori baumann ha detto...

eh, hermano, ho letto solo ora il tuo ultimo post. spero che nel frattempo la caduta sia terminata e che in fondo al burrone ci fosse una di quelle reti elastiche gialle tipo quelle che si portavano quando eravamo decenni, e che la risalita non sia ancora conclusa.
un abrazo

Liquirizia e Sesso ha detto...

Prima o poi si precipita.. ma poi si tona su! PS: mi piacciono i bog sintetici, veloci.